Il centro di accoglienza di Bol-La

Dal 2010 la nostra associazione è ospite di una struttura nell’area di Bol-La, vicino all’ospedale in cui operano le commissioni mediche inviate nei campi profughi Saharawi.

L’edificio è una vecchia struttura sanitaria in rovina che occupa poco più di 700 mq. Il campo profughi più vicino è Bujador, a circa 6 km. Rabouni, il cuore politico ed economico della democrazia Saharawi, si trova a 9 km. Il sito è raggiungibile attraverso una pista di sabbia battuta.

Sono stati necessari numerosi interventi di ristrutturazione per rendere la struttura abitabile e funzionale. E’ stata ricostruita una stanza crollata, sostituito il tetto, intonacate tutte le stanze, aggiunti una lavanderia, un magazzino e due bagni con doccia, installato l’impianto dell’acqua calda e allestite quattro camere da letto e una cucina.

Oggi la struttura accoglie i nostri volontari e i medici delle commissioni.

Stato del progetto: concluso

Aree di intervento
• Edilizia
• Creazione di opportunità lavorative

Data inizio – termine
2010 – Gennaio 2012 (alcuni lavori sono tuttora in corso)

Struttura
4 camere da letto – 20 posti letto – 2 bagni – 2 docce – Collegamento a Internet – Lavanderia – Magazzino – Appartamento privato – Cucina – Sala da pranzo
Ruolo dell’associazione
Coordinamento e gestione del progetto in loco – Reperimento materiali e arredi – Organizzazione del trasporto dei materiali tramite container e/o camion

Partners e loro ruoli nel progetto
• Ass. “Salam Ua Huria”

Torna alla lista progetti